Corriere-001

L’amico tedesco da ritrovare per vincere i traumi della storia

Caro direttore, il dibattito sulla Germania e sul suo ruolo nell’Unione è ormai diviso in due fazioni: da una parte, coloro che reputano l’inflessibilità tedesca la causa della recessione in Europa, dall’altra, chi indica nel modello teutonico un esempio da seguire.

Ma la realtà è più complessa di questo schema manicheo e dovrebbe essere affrontata anche in una prospettiva storica oltre che economica. I numeri dell’economia dei länder non sono così invidiabili come si pensa. Tenendo conto dell’inflazione, nel 2013 i tedeschi hanno guadagnato meno che nel 1999. In termini di Pil pro capite corretto per il potere d’acquisto – ha calcolato in uno studio Philippe Legrain, ex consigliere economico di Josè Barroso – la Germania è un pò più ricca del Regno Unito, ma meno di tante altre economie avanzate, dall’Austria agli Stati Uniti; e rispetto a sei anni fa, è cresciuta del 3,6% (era il 5% nel 2013). Leggi tutto l’articolo

Corriere-001