il-messaggero

Depositi e titoli di Stato, le trappole della Ue

Predicava Luigi Einaudi: «Conoscere per deliberare». L’integrazione europea stamettendo a duraprova questo supremo consiglio del grande economista. Se ne è avuta una recente prova con il caos sulle procedure di salvataggio delle quattro banche locali italiane, schiacciate tra l’imminente entrata in vigore della sciagurata normativa bail-in e i troppi vetidiBruxelles ad utilizzare il Fondo di tutela dei depositi bancari.Clicca sull’immagine per continuare a leggere l’articolo a firma di Roberto Sommella, pubblicato a pag.12 del quotidiano nazionale Il Messaggero del 14/12/2015

il-messaggero