huffingtonpost

Da quando sono più autonome le Regioni, il debito pubblico è aumentato di 500 miliardi

I neo governatori, oltre a cercare di riavvicinare alla politica un elettore astensionista su due, dovranno metter mano ai risparmi per evitare che un federalismo distorto crei danni enormi alla finanza pubblica. Se si vuole infatti individuare una data precisa per capire da quando i conti dello Stato centrale hanno cominciato a prendere una brutta piega, non ci si può sbagliare: è il 1 gennaio 2002, l’anno della nascita dell’euro e della concreta attuazione della riforma del titolo V della Costituzione, ora di nuovo in via di revisione.

Clicca sull’immagine per continuare a leggere l’articolo

huffington post