il-messaggero

Crisi e sviluppo. L’Italia è in credito con l’Unione Europea

A quattro anni dall’ormai famosa lettera della Bce al governo Berlusconi, in cui si intimava il varo di alcune riforme pena il mancato acquisto di Bot e Btp, si può dire con ragionevole certezza che l’Italia sia in credito con la moneta unica.Clicca sull’immagine per continuare a leggere l’articolo a firma di Roberto Sommella, pubblicato sulle pagine del quotidiano Il Messaggero dell’8 agosto 2015, pag. 20

il-messaggero