huffingtonpost

Cinque cose da fare per evitare che salti l’Unione europea

Il braccio di ferro e lo scambio di battute al vetriolo tra il premier Matteo Renzi e il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker non devono sviare l’attenzione dal vero piano inclinato che sta imboccando l’Unione. La dialettica, anche dura, sulle cose da fare, è il sale della politica e delle persone che hanno cuore il disegno europeo. Altra cosa però sono le conseguenze che un’evidente slabbratura di tutte le dinamiche nello spazio comune possono comportare. Oggi, in un mare di incertezze economiche e alle prese con la guerra al terrorismo islamico, vanno fissati cinque punti da salvaguardare.

Clicca sull’immagine per continuare a leggere l’articolo a firma di Roberto Sommella, pubblicato  in data 16 gennaio 2016 su Huffingtonpost

 

huffington post