unitatv

Grecia, come uscire dal sonno della ragione

Suggeriamo due passi avanti a Tsipras e due all’Europa. Ma serve una grande conferenza sull’aumento del debito di tutti i paesi dell’Eurozona

Più l’Europa cerca di trovare soluzioni a problemi epocali come l’integrazione, la gestione dei migranti e il salvataggio della Grecia e maggiore diventa l’impressione che non voglia uscire dal labirinto della ragione in cui si è andata a cacciare. Proprio in queste ore drammatiche in cui l’esasperazione dei toni ha portato davvero sull’orlo del baratro nove milioni di greci per responsabilità che si possono equamente dividere tra le parti, è giusto provare a fare qualche proposta per uscire dall’impasse che comporterebbe ancora incertezza, paura sui mercati, speculazione. Continua a leggere

radio24

Radio24. Sommella ospite del programma Mix24 condotto da Giovanni Minoli

“La Terza Rivoluzione Industriale: L’era digitale” è il tema della puntata di Mix24, il programma condotto dal giornalista Giovanni Minoli, che ha visto intervenire Matteo Flora, fondatore e amministratore delegato di The Fool, Roberto Sommella, giornalista economico, direttore delle relazioni esterne dell’antitrust ed è autore di “Sboom. Sappiamo ancora sostenere il cambiamento?”

MilanoFinanza

Sui migranti si vedrà se c’è un’Europa

Una penisola invasa a Sud da un vero formicaio di persone, mentre alcune sagome appese a fili invisibili di speranza mollano e finiscono in mare: è la rappresentazione migliore che viene data dell’Italia lasciata da sola a fronteggiare la marea dei migranti.

Clicca sull’immagine per continuare a leggere l’articolo a firma di Roberto Sommella, pubblicato su Milano Finanza del 13 giugno 2015, pag.8

 

MilanoFinanza

MilanoFinanza

Il nuovo tandem Merkollande e le regole blocca-Italia

ll duo Merkel-Hollande sta preparando una polpetta che potrebbe risultare avvelenata o quanto meno indigesta per l’Italia: si tratta della revisione (in peggio) dei Trattati senza passare per i canali classici che una tale operazione imporrebbe visto l’impatto su tutti i Paesi partner dell’Unione. La notizia l’ha data per primo il Die Zeit e per ora non è stata smentita. I due presidenti starebbero meditando di avviare una nuova era delle relazioni diplomatiche nell’area euro incentrata su una restrizione della sovranità dei Paesi aderenti alla moneta unica e sull’ammorbidimento delle norme per chi invece del club fa parte mantenendo però intatta l’autonomia monetaria. Il documento comune, che dovrebbe essere presentato al prossimo vertice europeo di fine giugno, ha un obiettivo chiaro: mantenere sotto il livello di guardia il pericoloso euroscetticismo della Gran Bretagna, dopo il tour nelle capitali che contano del premier David Cameron – in cui il leader dei conservatori ha chiesto maglie larghe per quella che sembra davvero la perfida Albione – stringendo invece i cordoni della borsa a chi vorrebbe dentro l’euro meno austerità. Insomma una gabbia, da cui non si esce ed è meglio stare alla larga se non si è mai varcata la soglia.

 

Clicca sull’immmagine per continuare a leggere l’articolo a firma di Roberto Sommella, pubblicato a pag. 9 di MilanoFinanza, 6 giugno 2015

MilanoFinanza